OSDIFE

Cosa facciamo

Si tratta del primo osservatorio italiano dedicato alla conoscenza del rischio con particolare attenzione per il settore CBRNe.

L’Osservatorio OSDIFE è un luogo scientifico indipendente di studio, monitoraggio, analisi e divulgazione. Nasce dall’incontro di un gruppo di esperti, ricercatori e professionisti convinti della necessità di un osservatorio nazionale capace di approfondire e diffondere la conoscenza del rischio CBRNe.

Svolge attività di ricerca sulle dinamiche degli eventi terroristici, degli eventi naturali, degli eventi accidentali, sul rischio ambientale, sul rischio territoriale e sui correlati problemi della sicurezza delle infrastrutture critiche. Produce e diffonde rapporti e informazioni e con dibattiti e occasioni d’incontro punta a fornire strumenti utili ai decision makers per stimolare l’adozione delle migliori strategie e azioni di riduzione dei rischi e per la salvaguardia e l’incolumità delle persone, l’integrità del patrimonio e delle infrastrutture, private e pubbliche. Con gli strumenti della formazione si pone inoltre lo scopo di sviluppare e diffondere ad ogni livello la conoscenza del rischio convenzionale e non convenzionale.

OSDIFE si rivolge in egual misura a un pubblico di specialisti del settore, sia in ambito civile che militare, come al cittadino comune che voglia entrare maggiormente in contatto con il tema del rischio in rapporto alla realtà di tutti i giorni. Conoscenze trasversali messe al servizio della diffusione della cultura del rischio, dalla prevenzione al soccorso, per divulgarne le diverse tematiche, promuovere studi e analisi, offrire occasioni di incontro, formazione e informazione, in una realtà che viene sempre più frequentemente a contatto con il tema del “rischio”.

Al fianco della sua organizzazione, OSDIFE può contare su una vasta rete di contatti nazionali e internazionali: dal mondo della ricerca e dell’industria, agli enti e le istituzioni che del rischio si occupano quotidianamente, offrendo il più vasto punto di vista ad oggi esistente su queste materie.

Finalità Istituzionali

Per il raggiungimento delle proprie finalità, l’Osservatorio può aderire, dare il suo supporto e collaborazione a confederazioni, enti ed organismi aventi scopi analoghi a quelli statutari, esistenti o da costituire. Per perseguire le proprie finalità l’Osservatorio svolge le seguenti attività che vengono descritte a titolo meramente indicativo e non esaustivo:

  • effettuare studi, ricerche e progetti inerenti il rischio CBRNe, la sicurezza territoriale, i rischi convenzionali, i rischi non convenzionali ed il rischio ambientale;
  • studiare, analizzare e valutare l’adeguatezza, in termini di azioni di previsione, prevenzione, gestione e ripristino relativamente ai vari profili di rischio CBRNe, territoriale ed ambientale, del territorio e delle infrastrutture comprese quelle critiche;
  • promuovere iniziative di ricerca scientifica e di intervento nell’ambito delle discipline CBRNe e della sicurezza territoriale e ambientale;
  • realizzare studi e analisi del rischio per la pianificazione di operazioni di contingenza da parte di enti pubblici e privati;
  • promuovere e realizzare incontri con le istituzioni nazionali, sovranazionali ed internazionali allo scopo di approfondire le politiche di cooperazione destinate a garantire la protezione, la difesa e la sicurezza interna ed internazionale;
  • fornire alle istituzioni, enti ed organizzazioni pubblici e privati, operanti nel contesto della sicurezza CBRNe e della sicurezza territoriale e ambientale, utili contributi tecnico-scientifici sul quadro generale delle varie forme di rischio;
  • promuovere e organizzare corsi di formazione;
  • attuare ogni altra iniziativa volta al raggiungimento delle finalità istituzionali, anche mediante alleanze e collaborazioni con altri enti pubblici e privati;
  • svolgere tutte le attività, a contenuto scientifico, che siano necessarie al perseguimento delle finalità istituzionali.

Ma l’obiettivo più importante di tutti è fornire alle persone coscienza del problema, far capire quanto questo tipo di pericoli appartenga alla vita di ognuno di noi.