L’Osservatorio sulla Sicurezza e Difesa CBRNe presso il Centro di Addestramento Aeronavale della Marina Militare Italiana – MARICENTADD.

maricentadd1

L’Osservatorio sulla Sicurezza e Difesa CBRNe, proseguendo la propria attività di  “networking” con enti, istituzioni ed organizzazioni pubbliche attive nei campi della sicurezza e difesa, ha compiuto una visita di cortesia presso il Centro di Addestramento Aeronavale della Marina Militare Italiana di Taranto.

La delegazione di Osdife, presente con il Presidente Roberto Mugavero, l’Ing. Valentina Sabato e la Dottoressa Alessia Gianaroli e con altri componenti del network Osdife, è stata accolta e guidata nella visita dal Contrammiraglio Claudio Confessore, Comandante del MARICENTADD nonché membro del Comitato Scientifico dell’Osservatorio.

maricentadd2maricentadd3

Il Centro Addestramento Aeronavale della Marina Militare è stato istituito il 1° Luglio del 1972 dopo la soppressione dei Centri di Addestramento creati dalla Marina Militare Italiana successivamente alla 2° Guerra Mondiale per la formazione specialistica degli uomini e degli equipaggi.

I Compiti specifici del MARICENTADD sono:

  •  Addestramento individuale specialistico degli Ufficiali e Sottoufficiali delle componenti navali
  • Addestramento degli equipaggi delle unità navali e degli aeromobili. 

maricentadd4

Il Centro presenta una componente di Comando, Logistica e di Supporto, costituita da 50 ufficiali, 400 sottufficiali e circa 112 militari di truppa mentre, le attività addestrative, sono affidate a circa 33 ufficiali e 177 sottufficiali.

maricentadd5 maricentadd6maricentadd7

Dipende organicamente da MARICENTADD anche il Centro di Programmazione della Marina (MARICENPROG), cui compete lo sviluppo e la gestione dei software e dei sistemi di Comando e Controllo in dotazione sulle navi della Marina.

I membri dell’Osservatorio e gli altri partecipanti alla visita, sono stati accompagnati, oltre che dall’Ammiraglio Confessore, anche dal Capitano di Vascello Enzo Fabio Totino, dal Capitano di Corvetta Fabio Polidoro e dal Tenete di Vascello Alessandro Carrino, i quali hanno illustrato alla delegazione ospite sia le diverse sezioni di training presenti nel comprensorio sia le attività  addestrative in corso durante la visita.

maricentadd8

A tale proposito la delegazione ha potuto apprezzare le capacità del Centro visitando le diverse riproduzioni, in scala reale, di sezioni di una nave ove il personale della Marina ha la possibilità di prepararsi ed addestrarsi alle diversi situazioni, scenari ed emergenze che possono verificarsi sia in navigazione che in porto.

Vasta, notevole ed impressionante è la gamma delle situazioni riprodotte presso MARICENTADD: dalla riparazione di falle negli scafi, all’ estinzione di incendi a bordo, alla gestione di attacchi CBRN, alle operazioni di tiro dalle diverse tipologie di cannoni presenti sul naviglio militare, alla guida della nave (da una perfetta replica della plancia di comando) con possibilità di riprodurre su schermo tridimensionale luoghi di navigazione e condizioni meteo, alla riparazione di turbine e motori presenti sulle navi.

maricentadd9

La visita, dopo aver assistito a diverse tipologie di esercitazioni ed addestramenti in corso, è poi proseguita presso MARICENPROG dove gli ospiti sono stati ricevuti dal Capitano di Vascello Giampaolo Blasi il quale ha illustrato le attività del Centro e le diverse utilities a disposizione delle navi militari.

Conclusa la visita al Centro Addestramento, il programma è proseguito a bordo della Portaerei Cavour, dove la delegazione di Osdife e i suoi ospiti sono stati ricevuti dal Comandante della nave, il Capitano di Vascello Stefano Enrico Barbieri e,  successivamente, a bordo dell’ Andrea Doria dove gli onori di casa  sono stati fatti dal Comandante, il Capitano di Vascello Stefano Turchetto.

maricentad10

L’Incrociatore Portaerei Cavour, entrata in servizio nel 2007, è una nave da guerra che può assolvere quattro principali compiti: portaerei, sede di comando navale complesso, nave ospedale e unità trasporto mezzi e truppe da sbarco.

Fiore all’occhiello della Marina Militare Italiana, è in grado di operare in piena autonomia e senza porti di sostegno in tutto il Mediterraneo, può ospitare un equipaggio formato da 1210 uomini tra equipaggio della nave (451), componente di volo (203), componente di comando complesso (140) e unità d’assalto del Reggimento San Marco (416).

maricentadd11

La sua configurazione è tale da poter ospitare a bordo tutte le tipologie di aeromobili in dotazione alla Marina per un totale di dodici velivoli tra elicotteri ed aerei a decollo corto e atterraggio verticale.

Il Cacciatorpediniere Andrea Doria invece, in servizio dal dicembre del 2007, è un’Unità “Multiruolo” dotata di sistemi d’arma e sensori che gli consentono di operare in diversi contesti: minaccia aerea, di superficie e subacquea; può infatti contare all’attivo diverse importanti missioni.

maricentadd12 maricentadd13

E’ una nave di dimensioni molto più ridotte della Portaerei Cavour che può ospitare un equipaggio di circa 200 uomini tra ufficiali, sottufficiali, marinai e militari compresi lo staff del Comando Complesso, il Boarding Team del Reggimento San Marco per le ispezioni ai mercantili ed il personale del servizio Volo.

La sua versatilità è garantita da un sistema di sensori di bordo: radar per la ricerca di superficie ed aerea, sistemi d’Arma di artiglieria, siluri e missili , sistemi di guerra elettronica quali: disturbatori/ingannatori, lanciarazzi e sistemi di difesa antisiluro.

maricentadd14

L’intensa visita non solo è stata un’occasione per toccare con mano le capacità della nostra Marina Militare ma è stata soprattutto un’opportunità per vedere con quanta dedizione, passione ed abnegazione sia il personale in servizio presso il Centro di Addestramento sia il personale imbarcato e sulle Unità Navali, assolvono con competenza, capacità, professionalità ed elevatissima preparazione ai loro doveri di militari.

maricentad16

L’Osservatorio sulla Sicurezza e Difesa CBRNe coglie l’occasione per rinnovare i ringraziamenti al personale che ha accompagnato la delegazione durante l’emozionante visita, all’ Ammiraglio Claudio Confessore per le attività che da sempre svolge con e per Osdife e ai Comandanti Stefano Enrico Barbieri e Stefano Turchetto per averci accolto con calore e ospitalità a bordo delle proprie navi permettendo di poter vivere un’ esperienza unica e avvincente.

maricentadd15